Posto d’Ispezione Frontaliera (PIF)

Le partite di prodotti di origine animale destinale ad essere importate nell’Unione europea devono essere notificate anticipatamente e presentate al PIF di arrivo in UE, dove vengono sottoposte ai previsti controlli veterinari.

I PIF nazionali sono uffici periferici del Ministero della Salute e, al contempo, fanno parte della rete dei Border Inspection Posts dell’Unione europea (UE), autorizzati dalla Commissione europea.

Ogni PIF è autorizzato al controllo di una determinata categoria di prodotti o animali in funzione delle caratteristiche strutturali e delle attrezzature presenti. L’elenco dei PIF europei, con le relative categorie di abilitazione, è stabilito dalla Decisione della Commissione n. 2009/821/CE.

I PIF sono oggetto di sopralluoghi periodici da parte di ispettori comunitari e nazionali per verificare il mantenimento dei requisiti strutturali e funzionali richiesti dalla normativa vigente.

Il PIF di Trieste è in possesso delle seguenti abilitazioni:

PIF PRODOTTI PER IL CONSUMO UMANO ALTRI PRODOTTI ANIMALI VIVI
Nome Tipo Temp. Altri Temp. Altri Ungulati Equidi registrati Altri animali
Trieste Porto X X X X NO NO NO

 

Il PIF di Trieste dal 2016 è sede dipendente dell’Ufficio UVAC-PIF Veneto-Friuli Venezia Giulia-Trentino Alto Adige.

P.I.F. TRIESTE PORTO
Sede Ufficio: Punto Franco del Porto di Trieste, Hangar 53
CONTATTI
Telefono: 06 5994 4826 (VOIP)
E-mail: Pif.trieste@sanita.it
PEC: