Piano Regolatore Portuale

Il Piano Regolatore Portuale (PRP) di Trieste

Il Piano è stato approvato dal Comitato Portuale il 19 maggio 2009 dopo aver ottenuto le necessarie intese con i Comuni interessati, ovvero il Comune di Trieste ed il Comune di Muggia.

Una volta adottato, il Piano è stato trasmesso al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, per l’ottenimento del parere previsto dalla Legge 84/94 (art. 5, comma 3). Il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha dato parere favorevole il 21 maggio 2010 dopo una serie di richieste di integrazioni e chiarimenti effettuate all’Autorità Portuale.

L’approvazione del suddetto Piano Regolatore Portuale è definitivamente avvenuta con delibera della Giunta Regionale del Friuli Venezia Giulia n. 524 del 1° aprile 2016. I relativi contenuti sono visionabili cliccando sul seguente link

In sintesi, le principali opere pianificate sono le seguenti:

  • Prolungamento Molo VII
  • Terminal Ro-Ro Noghere
  • Nuovo Molo VIII
  • Piattaforma logistica I stralcio

Scarica il Piano Regolatore di Trieste
Scarica l’Adeguamento Tecnico Funzionale n. 1
Scarica l’Adeguamento Tecnico Funzionale n. 2

Variante localizzata del PRP del Porto di Monfalcone

PRP del Porto di Monfalcone Variante localizzata
Rapporto ambientale
Sintesi non tecnica del rapporto ambientale

Piattaforma Logistica

Il progetto prevede il banchinamento dello spazio incluso tra lo Scalo Legnami e la Ferriera di Servola per un’area complessiva di 247.000 m2 di cui 140.000 m2 attualmente occupati da specchi d’acqua.

L’opera è suddivisa in due stralci.

Valore progetto del I stralcio: 132 mln di Euro

copertura dell’intervento:

  • 70 mln di fondi nelle disponibilità di APT;
  • 32 mln Legge Finanziaria delibera CIPE 32/2006;
  • 30 mln a carico del privato.

Dati tecnici del I stralcio:

  • Superficie complessiva (ha) 12,27
  • Lunghezza banchine (m) 480,0
  • Area banchina pensile (ha) 6,52
  • Volumi bonifiche a terra (m3) 24.884,0
  • Volumi bonifiche a mare (m3) 10.456,0

L’Autorità Portuale di Trieste ha inoltre programmato il II stralcio funzionale dell’intervento, consistente nella realizzazione di una banchina in prosecuzione per circa 600 m verso quella attualmente utilizzata dalla Ferriera di Servola. Il valore complessivo dell’investimento ammonta a 184,5 mln di Euro, attualmente in attesa di copertura finanziaria.