Anno 2013

Nonostante il perdurare della crisi del mercato mondiale, l’andamento dei traffici del Porto di Trieste nel 2013 conferma il trend di crescita che aveva caratterizzato il triennio 2010-2012, in controtendenza rispetto all’andamento generale. Nell’anno 2013, infatti, la movimentazione complessiva delle merci è stata pari a 56.585.708 tonnellate, con un segno positivo di 15 punti percentuali rispetto al 2012 (49.206.870 tonnellate).
Dall’analisi dei risultati afferenti ai singoli comparti merceologici emergono importanti segnali di ulteriore crescita dei risultati operativi del Porto.
Nel settore delle rinfuse liquide, degna di nota è la crescita del 16,75% con 41.992.066 tonnellate contro le 35.967.976 tonnellate del 2012, che conferisce al Porto di Trieste il primato di primo porto petrolifero del Mediterraneo.
Anche il traffico del settore dei contenitori ha registrato un netto incremento, con 458.597 TEU nel 2013 rispetto ai 408.023 TEU del 2012 (+12,39%), così confermando il trend di crescita già in essere, con 6.040.355 tonnellate trasportate
Per quanto riguarda gli automezzi pesanti ed i semirimorchi imbarcati/sbarcati su/da navi RO-RO, che sono passati dalle 212.633 unità del 2012 alle 271.519 unità del 2013, si segnala una crescita del 27,69% rispetto all’anno precedente.
Il 2013 evidenzia, infine, un deciso incremento anche del “movimento passeggeri” (+49,44%), con 147.414 passeggeri nel 2013 rispetto ai 98.647 passeggeri del 2012 e con un significativo aumento dello sbarco/imbarco di crocieristi.

Documentazione allegata scaricabile

L’Autorità Portuale di Trieste si è dotata nel 2013 di un nuovo sistema informatico di rilevazione e di elaborazione dei dati statistici, recependo nel nuovo portale statistico, quale criterio di selezione dei dati merceologici, la codificazione denominata “TARIC”, già in uso presso l’Agenzia delle Dogane ed adottata anche a livello internazionale.