Dati tecnici

POSIZIONE
Latitudine: 45º 38′ Nord
Longitudine: 13º 45′ Est

QUADRO GENERALE DELLE DOTAZIONI

  • Aree portuali: circa 2,3 milioni di metri quadrati di cui circa 1,8 milioni di metri quadrati di zone franche.
  • Aree di stoccaggio: circa 925.000 metri quadrati di cui coperte circa 500.000 metri quadrati.
  • Lunghezza banchine: 12 Km.
  • Ormeggi operativi: 58 (per navi convenzionali, polifunzionali, portacontainer, Ro-Ro/ferry, petroliere, chimichiere, passeggeri, ecc.).
  • Fondali massimi: 18 m.
  • Lunghezza binari ferroviari: 70 km.

ANCORAGGIO
La rada di Trieste è suddivisa in tre zone di ancoraggio:

  • Rada A: riservata alle navi cisterna.
  • Rada B: riservata alle navi cisterna e alle navi con merci pericolose.
  • Rada C: riservata alle altre navi.

AVVICINAMENTO
Nell’ambito della rada vi sono due canali di entrata/uscita:

  • Canale Nord: per navi dirette o provenienti da Punto Franco Vecchio, Stazione Marittima, Punto Franco Nuovo, Arsenale, Scalo Legnami e Ferriera.
  • Canale Sud: per navi cisterna, navi dirette o provenienti dal canale industriale e navi che non possono utilizzare il canale nord per motivi di pescaggio o traffico.

Le diverse aree del porto sono protette da un insieme di 4 dighe foranee.
Il monitoraggio del traffico marittimo viene effettuato da parte della Capitaneria di Porto di Trieste con sistema VTS (Vessel Traffic System).

PILOTAGGIO
È obbligatorio per l’entrata e l’uscita delle navi e per i movimenti entro il porto, esclusi quelli lungo la stessa banchina e senza uso di macchine e rimorchiatori.
Sono esentate le navi fino a 500 GRT e i mezzi di servizio portuale.
I comandanti delle navi dirette al porto devono contattare almeno un’ora prima la Stazione Piloti sul canale 14 VHF.
La corporazione piloti del porto può contare su nove elementi e dispone di tre pilotine e di un sistema computerizzato per il controllo del movimento navale.

RIMORCHIO
Il servizio è svolto dalla società Tripmare S.r.l., che si avvale di 6 rimorchiatori, con potenza di 5.000 BHP.

BUNKERAGGIO
Il porto dispone di depositi costieri di carburanti con capacità di 145.000 mc.
Il servizio è svolto primariamente dalla società Giuliana Bunkeraggi S.p.a., che dispone di una flotta di chiatte.

FORNITURE DI BORDO

Sono disponibili contattando ogni agenzia marittima.

ACQUA
È fornita dalla società Porto di Trieste Servizi S.p.a.

PULIZIA SPECCHI ACQUEI E PARTI COMUNI DEL PORTO
Il servizio è svolto dalla società Porto di Trieste Servizi S.p.a.

SMALTIMENTO RIFIUTI DA NAVI
Il servizio è svolto da società private.

RIPARAZIONI NAVALI
Sono disponibili quattro bacini di carenaggio: le dimensioni massime sono 295 x 56 x 12 m.

DIMENSIONI MASSIME NAVI
Nessun limite per lunghezza e larghezza. Il pescaggio massimo è di 18 m.

RADIO
Il Porto di Trieste opera sui seguenti canali VHF:
14 (piloti e ormeggiatori)
11 (traffico di routine)
10 (rimorchiatori)
71 (servizi)
74 (guardie ai fuochi)
16 (soccorso)

METEO
Il vento di Bora (ENE) è il vento predominante nel quadrante di Trieste nel periodo dell’anno in cui le temperature sono più rigide.
Il libeccio (SW) soffia raramente in estate. Si contano in media 20 giorni di nebbia all’anno, soprattutto nei mesi invernali.

MAREE
Il massimo dislivello è di circa 0,85 m.

ORARIO LAVORATIVO
Il porto di Trieste è aperto 24 ore su 24, 365 giorni l’anno.

AEREOPORTO
L’Aeroporto Friuli Venezia Giulia (Ronchi dei Legionari) dista 34 km da Trieste.